Lodovico Cardellino
Il Padrenostro
(Matteo 6,9-13)


Collana: Estratti di Bibbia
form. cm 17 x 24 - pp. 80
Anno di pubblicazione: 2014
ISBN 978-88-7506-191-3
Prezzo: euro 11,00
Disponibilità: Disponibile

Il Padrenostro è l'unica preghiera insegnata da Gesù. È stato interpretato nei modi più svariati, secondo l'epoca e la chiesa di appartenenza e le convinzioni personali dei singoli studiosi, come promesse o come richieste, materiali o spirituali, per il presente o per un futuro escatologico, o come formula di riconoscimento dei membri della comunità. La presentazione che qui ne viene fatta segue come criterio e scopo quello della coerenza con il messaggio evangelico della remissione dei peccati in nome dell'amore, cercando di coglierne l'aspetto provocatorio che aveva per i lettori del tempo e di sciogliere quei dubbi che ognuno si pone da bambino e poi dimentica in nome di una fede male intesa; perché la fede richiesta da Gesù è comprensione, ma soprattutto accettazione: i discepoli continuarono a non capire il messaggio di Gesù, non perché esso fosse concettualmente difficile, ma perché era “duro”, ripugnante, scomodo. Inoltre, oggi come allora, tutta una tradizione contraria alle tesi proposte da Gesù rende ancora più difficile comprenderle e accettarle.

INDICE
- Introduzione
- In sintesi (indice)
“La vostra giustizia”, da praticare “nel segreto” (Mt 6,1-18)
- “Quando pregate” (Mt 6,5-8)
- “Dunque pregate così”
Il Padrenostro
- Richieste o promesse? Attuali o future? Quante?
L’invocazione iniziale
- “Padre nostro, che (sei) nei cieli”
- “Padre”. Un messaggio provocatorio, una provocazione da riscoprire
- “(Padre) nostro”
- “Che (sei) nei cieli”
Le prime tre richieste: una presenza asimmetrica, in una escatologia realizzata male
- “Sia santificato il tuo nome”
- “Venga il tuo regno”
- “Sia fatta la tua volontà”
- “Come in cielo, così in terra”
“Il pane nostro, che (è) ‘epiousios’, dà a noi oggi”
- “Il pane” materiale o spirituale?
- “Nostro”
- “epiousios”
- “Dà a noi”
- “Oggi”
“Rimetti a noi i nostri debiti come anche noi rimettiamo ai nostri debitori”
- Un impegno avventato?
“Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male”
Conclusione

Questo quaderno della collana “Estratti di Bibbia” riporta il testo del saggio pubblicato in “Bibbia e Oriente”, vol. XLI n. 3 (201) 1999, pp. 129-207.

LODOVICO CARDELLINO, laureato in Fisica teorica e in Filosofia, dopo alcuni anni dedicati all’insegnamento è stato addetto culturale alle ambasciate italiane di Città del Messico e di Mogadiscio. Da più di trent’anni si dedica a tempo pieno alla letteratura e all’esegesi. Ha pubblicato “Autocritica infernale” (1992), “La Commedia come ermeneutica biblica (I primi 14 canti del Paradiso)” (2003) e “Dante e la Bibbia” (2007). Ha in preparazione un libro sui canti del cavalier Cacciaguida.

home | Collana / Section | Indice / Index | Cerca / Search
Informazioni per l'ordinazione | Ordering info

 


©2017 Sardini Editrice srl