Lodovico Cardellino
Le Beatitudini
(Matteo 5,1-16)


Collana: Estratti di Bibbia
form. cm 17 x 24 - pp. 62
Anno di pubblicazione: 2014
ISBN 978-88-7506-192-0
Prezzo: euro 11,00
Disponibilità: Disponibile

Le “beatitudini” erano affermazioni di felicità, attribuita agli dei o a re ed eroi divinizzati dopo la morte, poi agli iniziati ai riti misterici, rinati a nuova vita; di solito ogni frase è formata da una “protasi” che indica il soggetto cui è assicurata la beatitudine e da una “apodosi” che spiega in cosa essa consista. L’elenco più completo e più celebre di beatitudini evangeliche è proclamato da Gesù all’inizio della sua predicazione nel vangelo di Matteo; si tratta di otto affermazioni generali, seguite da una rivolta ai discepoli. Si mostra come esse non siano altro che formulazioni diverse della prima, che a sua volta corrisponde all’unica richiesta del Padrenostro e costituisce la sintesi del messaggio di Gesù, proposto come paradossale pléroma della Legge: chi chiede lo spirito, cibo da condividere, simboleggiato nella croce, è beato perché partecipa della regalità divina.

INDICE
Sommario
1. Le beatitudini, sintesi del messaggio di Gesù
2. Struttura e senso di Mt 5,3-10
3. Analisi
- Mt 5,3 Beati coloro che mendicano lo spirito, perché partecipano della regalità divina
- Mt 5,4 Beati gli afflitti, perché avranno e/o saranno il “paraclito”
- Mt 5,5: Beati i miti, perché erediteranno la terra
- Mt 5,6: Beati gli affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati
- Mt 5,7: Beato chi dà “misericordia”, perché la riceverà
- Mt 5,8: Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio
- Mt 5,9: Beati gli operatori di pace, perché si chiameranno figli di Dio
- Mt 5,10: Beati i ricercati per giustizia, perché partecipano della regalità divina
4. Mt 5,11-16: Conclusione
- 5,11: Beati siete voi, ogni volta che vi ricercheranno
- 5,12: Rallegratevi ed esultate
- 5,13-16: Dissolti e annullati nel mondo, come il sale e la luce

Questo quaderno della collana “Estratti di Bibbia” riporta il testo del saggio pubblicato in “Bibbia e Oriente”, vol. XLIII n. 2 (208) 2001, pp. 69-129.

LODOVICO CARDELLINO, laureato in Fisica teorica e in Filosofia, dopo alcuni anni dedicati all’insegnamento è stato addetto culturale alle ambasciate italiane di Città del Messico e di Mogadiscio. Da più di trent’anni si dedica a tempo pieno alla letteratura e all’esegesi. Ha pubblicato “Autocritica infernale” (1992), “La Commedia come ermeneutica biblica (I primi 14 canti del Paradiso)” (2003) e “Dante e la Bibbia” (2007). Ha in preparazione un libro sui canti del cavalier Cacciaguida.

home | Collana / Section | Indice / Index | Cerca / Search
Informazioni per l'ordinazione | Ordering info

 


©2018 Sardini Editrice srl