Lodovico Cardellino
Priorità di Giovanni
Perché il “quarto” Vangelo è stato scritto per primo


Collana: Estratti di Bibbia
form. cm 17 x 24 - pp. 90
Anno di pubblicazione: 2014
ISBN 978-88-7506-194-4
Prezzo: euro 11,00
Disponibilità: Disponibile

Lo studio sviluppa la tesi che il vangelo di Giovanni è ben noto ai sinottici e anche a Paolo; tesi più radicale di quella di A.T. Robinson, e che solo in quest’ultimo decennio, e solo in parte, si sta imponendo all’attenzione degli studiosi. Giovanni si dice testimone e “discepolo amato”, si rivolge ai giudei, di cui conosce bene la cultura, per dimostrare che “Gesù è il cristo”, tesi presupposta da Paolo e dagli altri vangeli; il messaggio di Gesù in lui è più spirituale e ideale, ignora riti e norme che si sono imposte successivamente nella pratica delle comunità postpasquali, è più strettamente concentrato sul messaggio d’amore e più deciso nel rifiuto della Legge in nome della quale Gesù è stato condannato e maledetto; tutti hanno frequenti riferimenti a lui (il “segno di Giona”, il “giovane ricco” e il “primo comandamento”, l’unzione di Betania, il discorso sul pane e il racconto della passione, il tradimento di Giuda); Paolo polemizzando contro altri apostoli sembra alludere a lui. Infine viene proposto un elenco significativo di passi simili fra Giovanni ed i sinottici.

INDICE
Introduzione
1. La testimonianza di Giovanni
2. Spiritualità
3. Rifiuto e poi ironico recupero dell’AT
4. Temi cristologici
5. Numerosi riferimenti di tutti a Giovanni
Sommario
Summary
Tavole sinottiche di alcuni passi simili di Giovanni e di uno o più sinottici, elencati secondo l’ordine con cui appaiono in Giovanni

Questo quaderno della collana “Estratti di Bibbia” riporta il testo del saggio pubblicato in “Bibbia e Oriente”, vol. XLVII n. 4 (226) 2005, pp. 187-276.

LODOVICO CARDELLINO, laureato in Fisica teorica e in Filosofia, dopo alcuni anni dedicati all’insegnamento è stato addetto culturale alle ambasciate italiane di Città del Messico e di Mogadiscio. Da più di trent’anni si dedica a tempo pieno alla letteratura e all’esegesi. Ha pubblicato “Autocritica infernale” (1992), “La Commedia come ermeneutica biblica (I primi 14 canti del Paradiso)” (2003) e “Dante e la Bibbia” (2007). Ha in preparazione un libro sui canti del cavalier Cacciaguida.

home | Collana / Section | Indice / Index | Cerca / Search
Informazioni per l'ordinazione | Ordering info

 


©2017 Sardini Editrice srl