Marcello Del Verme, Mariarosaria Tarallo (a cura di)
Tra le spire del serpente e lo splendore delle acque. Memorie, simboli, sogni e voci da Lanuvium per l’oggi

Collana: Bibbia e Oriente - Supplementa
form. cm 17 x 24 - pp. 200
Anno di pubblicazione: 2014
ISBN 978-88-7506-215-6
Prezzo: euro 31,00
Disponibilità: Disponibile

Il titolo di questo libro, Tra le spire del serpente e lo splendore delle acque, mette l’accento su due dei maggiori temi della ricerca storico-religiosa inerente al santuario di Iuno Sospita dell’antica Lanuvium, nel Latium Vetus. Il volume, che raccoglie gli Atti di una giornata di studio svoltasi a Lanuvio il 6 luglio 2013, è il seguito del libro intitolato Voci dall’area santuariale di Lanuvium e ne rappresenta una naturale continuazione, ma in una prospettiva parzialmente nuova: la simbologia ofidica e idrica. Alcuni studi trattano infatti della complessa valenza, negativa e positiva, del serpente, animale sacro alla dea Iuno e che aveva grande importanza nei rituali che si svolgevano al santuario lanuvino, uno dei più importanti dell’antico Lazio. L’altro grande tema del volume è l’acqua, acqua dolce che porta vita, acqua di purificazione, acqua guaritrice, come testimoniato in particolare dalla scoperta, in località Pantanacci, di una fonte di acqua considerata in epoca romana salvifica e guaritrice a giudicare dal numero impressionante di ex-voto raffiguranti parti del corpo umano ivi rinvenuti. Chiudono il libro, quali preziose appendici, due ricchi contributi: il primo, storico-filologico e tematico, sulla Grecia antica; il secondo, figurato e onirico, sulla simbologia del serpente e dell’acqua. L’uno che allarga la ricerca sul Vicino Oriente antico, l’altro che sviluppa il tema con testi, sogni e numerose illustrazioni di rara bellezza.

MARCELLO DEL VERME, si è laureato in Filosofia (Università degli Studi “Federico II” di Napoli), in Teologia (Pontificia Università “Antonianum” di Roma), Doctorandus in re biblica (Pontificio Istituto Biblico di Roma) e Visiting Scholar con specializzazione in Storia e letteratura giudaica del periodo greco-romano (Oriental Institute, Università di Oxford). È stato docente di Storia religiosa dell’Oriente cristiano, Storia delle religioni e Storia dell’ebraismo all’Università “Federico II” e, per un solo triennio (2002-2005), docente di Storia del Cristianesimo presso l’Università di Lecce. È in pensione dal novembre 2011. Alcune pubblicazioni: Giudaismo e Nuovo Testamento. Il caso delle decime (Studi sul giudaismo e sul cristianesimo antico 1), M. D’Auria Editore, Napoli 1989; Didache and Judaism. Jewish Roots of an Ancient Christian-Jewish Work, T&T Clark International, New York-London 2004; “Christian Women of the Pauline Communities in Their Historical, Socio-cultural, and Religious Contexts: the ‘Case of Junia’ (Rm 16:7)”, in RivB 58 (4/2010) 439-468; “La città di Gerusalemme come ‘polo soteriologico’. Religioni di salvezza a B thzath‡/B thesd‡ (Gv 5,1-9)”, in AA.VV., Città pagana - città cristiana. Tradizioni di fondazione. Atti del Convegno di Roma, 2-3 luglio 2007 (= SMSR 75 [1/2009]), 145-19; “Annotatio philologica atque historica in Lucam XVIII,12”, in A. PITTA e G. DI PALMA (a cura di), «La Parola di Dio non è incatenata» (2Tm 2,9). Scritti in onore di C. Marcheselli-Casale nel suo 70¡ compleanno, Dehoniane, Bologna 2012, 187-209.

MARIAROSARIA TARALLO ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze della Formazione Primaria (Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli). Dal 2010 è Cultrice della materia presso le Cattedre di Tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento e Sociologia e produzione degli immaginari (Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa”). Collabora alle attività didattiche e di ricerca, in un’ottica specifica di convergenza disciplinare dei settori della Formazione e della Comunicazione, alla luce dell’attuale approccio della Sociologia dei media e dell’immaginario.

home | Collana / Section | Indice / Index | Cerca / Search
Informazioni per l'ordinazione | Ordering info

 


©2017 Sardini Editrice srl