Luciano Lepore
Ciro il grande l’uomo della pace

Collana: Bibbia e Oriente - Supplementa
form. cm 17 x 24 - pp. 260
Anno di pubblicazione: 2020
ISBN 978-88-7506-236-1
Prezzo: euro 30,00
Disponibilità: Disponibile. Acquista NUOVO: Acquista con consegna GRATIS Sardini PRIMA:

Qual è il motivo che spinge l’autore del DeuteroIsaia ad attribuire il titolo di messia a un re straniero? La situazione è se non altro paradossale, considerando che tale affermazione si rintraccia in un oracolo sulla cui autenticità la critica ha pochi dubbi e ricordando al tempo stesso che la tradizione giudaica ha posto la separazione dalle altre culture quale proprio cavallo di battaglia. Per cercare di inquadrare e risolvere la questione, l’autore traccia innanzitutto la storia della critica riguardante la complessa composizione del libro di Isaia, per poi focalizzarsi sull’analisi degli oracoli del profeta anonimo finalizzati ad esaltare l’avvento di Ciro il Grande, l’aquila proveniente dal Nord che prometteva una riforma generale della società dopo la fine del potere arrogante e superbo di Babilonia. La struttura chiastica che l’autore rintraccia nella disposizione degli oracoli che costituiscono la raccolta, mostra con chiarezza l’evoluzione della figura di Ciro che, da uomo di armi, diventa uomo di pace, il primo che la storia ricordi, che a un’epoca di violenze prospetta un’epoca di tolleranza e di progresso come non si era mai vista prima, a partire dal famoso editto che consente il ritorno in Giudea degli esiliati a Babilonia. Sembra impossibile credere a un messia non ebreo, a meno che non ci sia un ricordo autentico, e la figura di Ciro deve aver folgorato la mente del profeta, che ha letto nella sua azione politico-militare il realizzarsi della volontà divina per portare a compimento quel progetto di salvezza iniziato forse già da Giosia e Nabonido.

LUCIANO LEPORE, laureato in Storia e Filosofia, licenziato in Sacra Scrittura e dottore in Teologia Biblica, è docente di Sacra Scrittura presso l’Istituto Teologico Leoniano di Anagni. Ha pubblicato diversi saggi su Bibbia e Oriente, Rivista Biblica e Rassegna di Teologia. È autore di Alle origini del Pentateuco (2013), Introduzione al Pentateuco (2014), La stratigrafia del Pentateuco (2016), Sulle orme dei patriarchi (2017), Gesù di Nazareth agli inizi del cristianesimo (2018), Il messianismo (2020) e Ciro il Grande l’uomo della pace (2020). Dal 1979 è parroco della Parrocchia Santa Barbara di Colleferro nella diocesi di Velletri-Segni.

Elenco libri trovati
Nella stessa collana




Dino Merli
Fiducia e fede nei miracoli evangelici


Tarcisio Stramare
Vangelo dei misteri della vita nascosta di Gesù
(Matteo e Luca I-II)


Jirí Maria Vesely
Grideranno le pietre
Commento all’enciclica Slavorum Apostoli


Gaetano Di Palma
“Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo” (Lc 2,10). Cristo e la gioia nei Vangeli sinottici


Pasquale Giustiniani, Francesco Del Pizzo (a cura
“Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino” (Sal 119,105). Studi offerti a Marcello Del Verme in occasione del suo 75° compleanno
home | Collana / Section | Indice / Index | Cerca / Search
Informazioni per l'ordinazione | Ordering info

 


©2020 Sardini Editrice srl